Recensione Mynt tracker

IMG_8337

Mynt è un tracker Bluetooth intelligente che può essere impiegato per molteplici utilizzi: scoprili in questa recensione…  

Un tracker Bluetooth è un dispositivo che può tornare utile in diverse circostanze, ad esempio, se usato come portachiavi consente di ritrovare facilmente le chiavi in caso di smarrimento, ma può essere applicato a qualsiasi oggetto come un portafoglio, uno zaino o un computer, e perché no, anche a un bambino o a un animale domestico. 

In commercio esistono diversi dispositivi di questo tipo, Mynt si differenzia dalla maggior parte di essi perché offre funzioni che vanno al di là di quelle di un semplice tracker, ma anche per il suo stile moderno e i materiali utilizzati.

All'interno della scatola troviamo, oltre al tracker, l'anello portachiavi con relativo laccetto, una batteria aggiuntiva, del biadesivo e un manuale di istruzioni in lingua inglese. 

Mynt misura 25x55x3mm e pesa solo 12g (batteria compresa), è composto da due piastre in acciaio inossidabile a protezione della parte interna realizzata in plastica rigida. Il tutto sigillato con guarnizioni classificate IP43 per garantire una maggiore resistenza, anche agli spruzzi d'acqua occasionali.

Sulla parte superiore troviamo il foro che consente l'applicazione dell'anello per il portachiavi o della cordicella e un'inserzione, anch'essa in plastica, dove è installato l'unico tasto funzione retroilluminato. 

Il suo funzionamento è piuttosto semplice, la prima cosa da fare è applicare il tracker all'oggetto interessato, ad esempio possiamo usarlo come portachiavi o, date le sue dimensioni, inserirlo nel portafoglio. Successivamente bisognerà scaricare l'applicazione per iOS o Android sullo smartphone ed effettuare l'abbinamento con Mynt.

Una volta fatto, potremo usare l'app per trovare l'oggetto smarrito: Mynt emetterà un suono per aiutarci ad individuare quello che stiamo cercando fino ad una distanza di circa 150 metri.

Tuttavia, ciò non significa che non possiamo trovare un oggetto se si trova al di fuori della distanza massima, infatti, l'applicazione è in grado di tenere traccia dell'ultima posizione del tracker e mostrarci le coordinate GPS dell'ultimo posto in cui è stato "avvistato".

Ma le funzioni di Mynt non finiscono qui, è possibile usare il tasto funzione per avviare o arrestare una presentazione, la musica del nostro player multimediale o scattare una foto. Sempre usando il medesimo tasto, saremo in grado di rintracciare il nostro smartphone il quale emetterà un suono nell'area di 150mt, non appena il pulsante del tracker sarà premuto. Tutte operazioni personalizzabili tramite applicazione.

Passando ai consumi, come dichiarato dall'azienda, la batteria dovrebbe avere una durata di 6 mesi, ma quest'ultima potrebbe diminuire qualora si utilizzi spesso la funzione di telecomando.

Per concludere, riteniamo che Mynt sia uno dei migliori tracker Bluetooth rapporto qualità-prezzo presenti sul mercato: è compatto, resistente e viene fornito in diverse colorazioni. Inoltre, essendo dotato di firm​ware aggiornabile, è possibile che in futuro vengano implementate migliorie e nuove funzioni, insomma un prodotto pensato per durare nel tempo. 


Guarda la video recensione

Nintendo: annunciata l’uscita del SNES Mini
Come risolvere i problemi di surriscaldamento del ...
 

Benvenuto

Close

Clicca sui pulsanti qui sotto per seguirci, non te ne pentirai...