Come allungare la vita del proprio smartphone

Come-allungare-la-vita-del-proprio-smartphone

Sappiamo tutti che prevenire è meglio che curare, allora vediamo oggi alcuni consigli pratici per evitare di dover cambiare il nostro smartphone molto spesso allungando la sua vita.

Avere sempre a portata di mano il proprio telefono è una certezza alla quale non è possibile rinunciare. Per certi versi noi ed i nostri smartphone entriamo in una vera e propria simbiosi, ci serviamo di essi per tutto: Lavoro, tempo libero, vita privata.

L'ultima cosa che vorremmo ci accadesse è tirare fuori dalla tasca o dalla borsa il nostro device ed accorgerci che è vittima di danneggiamenti, malfunzionamenti o rallentamenti.

Ecco 6 accorgimenti essenziali che permettono di prendersi cura del proprio smartphone al meglio delle possibilità.

1. Attenzione alla batteria

Prima di tutto è bene fare propria la regola "ogni fine ha il suo mezzo", che tradotto significa ogni smartphone ha il suo caricabatterie.

È bene rispettare la batteria del proprio device collegandolo sempre e solo al caricabatterie in dotazione all'acquisto per non creare dislivelli nel wattaggio. Assolutamente no a caricabatterie di altri dispositivi o cavi comprati a pochi euro in negozi di cianfrusaglie.

Un'altra abitudine da rendere regola è quella di non far mai scendere al di sotto del 20% la batteria e non caricarla mai oltre l'80. In questo modo si evita di "sforzare" eccessivamente la capacità di carica.

Come caricare le batterie a litio

Esaminando alcuni quesiti pubblicati in rete è possibile dedurre che molti utenti non hanno le idee chiare sull'utilizzo delle batterie a litio. In questo articolo cercherò di fare un po' di luce sulla questione, ma soprattutto indicherò quali sono le
https://www.why-tech.it/come-caricare-le-batterie-a-litio.html

2. Una costante pulizia protegge il tuo smartphone

Da fare almeno una volta al giorno, per un risultato ottimale è bene prendere un panno in microfibra leggermente umido sul quale verrà spruzzata una quantità minima di un buon sgrassatore. Passare accuratamente il panno su tutto il telefono ed attendere che sia perfettamente asciutto. Questo evita che il dispositivo accumuli sporcizia in punti delicati e possa danneggiarsi nel tempo.

Un altro ottimo consiglio è quello di utilizzare una bomboletta di aria compressa per tenere sempre ben liberi i microfoni e le varie porte del device.

3. Via libera a cover e vetri temperati

Nonostante a molti non piaccia questa regola è opportuno applicare al proprio telefono la coppia cover/vetro temperato. La prima protegge da urti e cadute, la seconda impedisce al display di graffiarsi o peggio, infrangersi.
Queste protezioni si trovano sul mercato in migliaia di varianti, basta scegliere quella più in linea con i propri gusti.

4. Vietata l'acqua ed umidità

Questa regola può sembrare scontata, ma non lo è, infatti, nonostante molti telefoni ormai siano riesistenti ad acqua ed umidità grazie alla certificazione IP68, è bene cercare di non bagnare MAI il proprio device e tantomeno lasciarlo in luoghi particolarmente umidi. Impermeabilità o no, acqua e umidità possono danneggiare le componenti di uno smartphone nel tempo in maniera subdola a causa di microscopiche quantità di liquido che possono penetrare in profondità e compromettere le parti elettriche.

5. Non esporlo troppo al caldo, e nemmeno al freddo

Diverso dal precedente, questo è un altro consiglio da non sottovalutare: temperature eccessivamente basse o eccessivamente alte sono estremamente dannose per uno smartphone. Mai dimenticare il telefono in macchina al sole di Agosto, mai addormentarsi in spiaggia prima di aver messo il telefono nella borsa, mai cercare di raffreddarlo mettendolo in frigorifero o a contatto con il ghiaccio. Oltre alla temperatura in sé, il danno è provocato dalle variazioni di calore repentine.

6. Occhio agli aggiornamenti

Anche se ci si può affezionare facilmente ad una determinata interfaccia è buona regola installare tutti gli aggiornamenti suggeriti dalla casa madre. Essi vengono studiati e sviluppati esattamente per migliorare le prestazioni dello Smartphone o per ottimizzarne i processi.

No assoluto al "fai da te", installare sempre e solo aggiornamenti consigliati dal produttore senza andare "frugare" sul web scaricando pacchetti di aggiornamento dubbi o che promettono sogni irrealizzabili. Si rischia di far entrare dei virus o più semplicemente di inserire una componente non adatta al proprio device. 

Questi semplici ma fondamentali consigli, solo se applicati costantemente, sono un'ottima prevenzione contro danni, guasti e rallentamenti, vi posso garantire che lo smartphone ringrazierà.

I tre migliori smartphone per autonomia
Regali di Natale: i migliori a meno di 100 euro
 

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.why-tech.it/

Articoli correlati