WhatsApp, attenzione alla truffa dell’autolettura del gas

truffa-contatore-gas

Hai ricevuto un messaggio con una richiesta di invio di una foto del contatore del gas? Stai attento, potrebbe essere un'espediente per estorcere i tuoi dati personali! 

I truffatori inventano sempre nuovi raggiri per rubare i dati personali degli utenti più distratti, questa volta la truffa consiste in una falsa richiesta di lettura del contattore del gas.

Come funziona la truffa dell'autolettura del gas 

Il raggiro funziona in modo molto semplice: tramite un messaggio SMS o WhatsApp viene richiesto all'utente di inviare una foto del contatore del gas al fine di rimediare ad una presunta mancata lettura dei consumi. In realtà il messaggio ha un unico scopo, quello di estorcere informazioni personali, come i dati del contatore o il numero telefonico.

Ecco un esempio di messaggio truffa di autolettura gas:

****Srl tel.*********.Utenza non letta nell'anno,si prega inviareFOTO contatoreGAS a WhatsApp https://wa.me/+39********* o via link https://************

Autolettura del Gas via WhatsApp: come capire che si tratta di una truffa 

Partendo dal presupposto che si tratta di una richiesta quanto meno insolita e che le aziende di distribuzione più importanti invitano i propri clienti a diffidare da questi messaggi, è sufficiente cercare su internet il numero telefonico del mittente per scoprire che si tratta di un numero fittizio. Inoltre come si può evincere nell'esempio il messaggio presenta errori grammaticali grossolani.

Ovviamente Il nostro consiglio è quello di tenere la guardia sempre alta per non cadere in questi tranelli. 

Cartucce stampanti Epson: prezzi e durata
Recensione EZVIZ CT6C (C6T): IP Camera WiFi Motori...
 

Ricevi i nostri articoli via mail

Please enable the javascript to submit this form