Dispositivi smart per la casa: ne vale la pena?

smart-home

Sono sempre di più i dispositivi smart per la casa disponibili sul mercato. La tentazione di avere una casa intelligente è sicuramente molto grande: chi non vorrebbe vivere in una casa da fantascienza?

Bisogna però ricordare che molti di questi dispositivi sono ancora piuttosto costosi, e a volte i benefici non sono sufficienti a giustificare la spesa.

Videocamera di sorveglianza 

Fino a pochi anni fa, installare un sistema di sicurezza che permettesse di monitorare la propria abitazione aveva dei costi proibitivi e richiedeva l'intervento di tecnici specializzati. Oggi è possibile sfruttare soluzioni fai-da-te di alta qualità. È sufficiente acquistare una o più videocamere di sicurezza e fissarle in punti strategici per avere sempre sotto controllo quello che succede in casa propria, anche quando si è lontani.

Anche le videocamere più economiche permettono di registrare almeno 24 ore di immagini e di trasmetterle via Internet o tramite email. I modelli più costosi solitamente garantiscono una qualità video molto più alta e possono collegarsi direttamente a servizi di vigilanza privata o alle forze dell'ordine. Se si desidera installare queste videocamere all'esterno, bisogna assicurarsi che il prodotto scelto sia impermeabile e resistente agli agenti atmosferici.

Termostato 

Regolare la temperatura di casa può essere una scocciatura, soprattutto quando si deve agire manualmente sui termosifoni o sull'impianto di condizionamento. Fortunatamente con un termostato smart tutti questi problemi scompaiono.

Oltre a permettere di impostare programmi di riscaldamento o raffreddamento estremamente dettagliati, che consentono di avere sempre la temperatura preferita, è solitamente possibile agire sul termostato smart anche da remoto tramite apposite app. In questo modo si possono fare modifiche al programma anche all'ultimo minuto, magari perché si rientra dal lavoro prima del previsto o perché improvvisamente si è scatenato un acquazzone.

Illuminazione 

A prima vista potrebbe sembrare che le lampadine non siano adatte a diventare dispositivi smart. E invece non è così: i LED smart, disponibili in molti colori diversi, possono essere gestiti da remoto o tramite comandi vocali, e sono generalmente regolabili in intensità. Questo significa che se ci si sta rilassando sul divano e sopraggiunge il buio della sera, non è necessario alzarsi per azionare l'interruttore ma si può fare tutto rimanendo comodamente seduti.

Aspirapolvere

A nessuno piace fare le pulizie, quindi non deve stupire che tra i primissimi dispositivi smart per la casa ad aver avuto successo ci siano i robot aspirapolvere. Questi piccoli macchinari possono essere impostati per pulire i pavimenti ogni giorno, magari quando si è al lavoro, in modo da avere la casa sempre pulita senza affaticarsi.

I modelli più semplici puliscono senza un metodo preciso, limitandosi a muoversi lungo i pavimenti senza un vero e proprio criterio; i modelli più sofisticati, invece, permettono di mappare la casa in modo da essere molto più efficaci e rapidi nelle pulizie. L'unico svantaggio di questi robot aspirapolvere è che, quando il vano che raccoglie la sporcizia è pieno, è necessario un intervento umano per svuotarlo.

Assistente 

In ogni casa smart che si rispetti non può mancare un assistente. Che si tratti di Amazon Echo o di Google Home, un assistente permette di controllare tutti gli altri dispositivi smart presenti in casa. Con semplici comandi vocali si può accendere la televisione, spegnere le luci, fare una chiamata, attivare l'aria condizionata, fare una ricerca su Internet, ordinare una pizza, ecc. Più una casa è smart e più un assistente diventa necessario.

Come mettere in sicurezza la propria casa smart 

Poiché tutti questi dispositivi sono in grado di collegarsi a Internet, sono anche vulnerabili ad attacchi informatici di vario tipo. Ciò significa che anche se tutti gli altri dispositivi utilizzati in casa, come computer, tablet e smartphone, fossero protetti con efficaci soluzioni di sicurezza, la rete locale sarebbe comunque vulnerabile per via di questi dispositivi smart. Non è un caso, infatti, che i dispositivi IoT (Internet of Things) siano particolarmente amati dagli hacker.

Ci sono però alcuni accorgimenti che è possibile seguire per fare in modo che anche i dispositivi smart siano protetti. La soluzione più semplice ed efficace è quella di installare una VPN sul router di casa. In questo modo, l'indirizzo IP di tutti i dispositivi sarà nascosto all'esterno e tutti i dati inviati e ricevuti saranno criptati.

Come creare una chat segreta con Facebook Messenge...
Bonus PC: come funziona e quando fare richiesta
 

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.why-tech.it/

Articoli correlati