Recensione Ugreen Earbuds WS102: auricolari Bluetooth True Wireless

Recensione-Ugreen-Earbuds-WS102--auricolari-Bluetooth-True-Wireless

Abbiamo provato gli auricolari stereo UGREEN Earbuds WS102, un buon connubio tra tecnologia e qualità sonora ad un prezzo decisamene allettante.

Earbuds WS102 sono i nuovi auricolari True Wireless in ear prodotti dall'azienda cinese Ugreen che, nonostante il prezzo contenuto, sono dotati di caratteristiche degne di nota.

Contenuto della confezione 

All'interno della confezione sono presenti oltre agli auricolari, il manuale di istruzioni, 2 paia di gommini in silicone di riserva e un cavo USB da tipo A a micro-USB per la ricarica.

Design e materiali

Gli Earbuds trovano alloggio all'interno della custodia ricaricabile piuttosto compatta e dai bordi arrotondati, peculiarità che la rendono comoda da trasportare anche in tasca. La parte anteriore è dotata di una scanalatura per facilitare l'apertura e dispone di quattro piccoli LED di stato atti ad indicare la durata residua della batteria della custodia con incrementi del 25%. L'ingresso micro-USB per la ricarica è invece posizionato nel retro. La qualità generale della custodia sembra leggermente superiore a quella di molti prodotti di questa fascia di prezzo, probabilmente perché, oltre ai vani degli auricolari, anche la chiusura è di tipo magnetico.

Il design degli auricolari è sobrio così come la finitura nero opaca che ne ricopre tutta la superficie, ad eccezione dell'area superiore sensibile al tocco, dove è impresso il logo UGREEN di colore bianco.

Caratteristiche principali

Come anticipato, gli Earbuds di Ugreen vengono forniti di gommini in silicone di varie misure, per adattarsi ai diversi canali uditivi e assicurare una buona stabilità nonché un'adeguata cancellazione passiva del rumore, una caratteristica fondamentale per chi opta per questo tipo di auricolari. Una volta indossati sono ragionevolmente comodi e aderiscono alla perfezione anche se usati durante lo sport, a tal proposito la protezione IPX5 li proteggerà da sudore e schizzi d'acqua.

Effettuare il pairing è un'operazione abbastanza semplice, grazie al Bluetooth 5.0 gli auricolari si collegheranno al nostro laptop o smartphone in pochi secondi. Inoltre, una volta associati al dispositivo, il collegamento avverrà automaticamente non appena rimossi dalla custodia.

Controlli Smart 

È possibile attivare i controlli smart tramite una serie di tocchi sulla superficie di entrambi gli auricolari: un tocco mette in pausa la riproduzione e consente anche di rispondere o terminare una chiamata. Con un doppio tocco si passa a una traccia successiva, con un triplo tocco a una precedente. Infine una pressione lunga consente di rifiutare una chiamata o attivare l'assistente vocale.

Gli auricolari sono dotati anche di una voce guida in lingua inglese che ci avvisa quando sono accesi, spenti, accoppiati o se la batteria è scarica.

Qualità audio 

La qualità sonora è più che buona, soprattutto se consideriamo il prezzo a cui sono venduti (poco più di 30 Euro). Il suono è "pieno" e lo spettro sonoro è molto equilibrato, non ho avvisato frequenze dominanti e si può apprezzare appieno l'effetto "tridimensionale" offerto dalla stereofonia.

Nessun problema rilevato durante le conversazioni telefoniche, durante le quali gli auricolari possono essere usati sia in coppia, sia singolarmente grazie alla specularità dei controlli.

Autonomia 

Come indicato dal produttore gli auricolari Ugreen WS102 promettono ben 5 ore di ascolto, per un totale di 15 ore considerate le 2 ricariche offerte dalla custodia.

Per quanto riguarda la ricarica completa degli auricolari avviene all'incirca in un'ora e mezza, mentre quella della custodia impiega due ore.

Considerazioni finali 

Cosa mi è piaciuto: Gli auricolari Ugreen WS102 sono un'ottima soluzione per la fascia di prezzo a cui sono proposti, che risulta comunque inferiore rispetto a quello di molti concorrenti.

La durata della batteria è buona e le prestazioni sono eque rispetto all'ascolto in generale e la funzionalità dei controlli.

Cosa non mi piaciuto: La cosa che mi è piaciuta meno è l'utilizzo dello standard micro-USB ancora adottato da molti produttori, l'implementazione di un ingresso USB-C sarebbe stato il massimo!


Guarda la video recensione 

Come guardare DVD su Windows 10 gratuitamente
Come installare SSD su iMac 27” [dal modello late ...
 

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.why-tech.it/

Articoli correlati